Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4407 - Grotta presso Lazzaro Jerko

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Lazzaro Jerko
Nome principale sloveno
Numero catasto 4407
Numero catasto storico 5427VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5062335,0
Longitudine Gauss-Boaga 2427062,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 29,244" (45,70812333)
Longitudine WGS-84 13° 48' 21,3629" (13,80593414)
Latitudine UTM WGS-84 5062312,1
Longitudine UTM WGS-84 407055,9
Quota ingresso 308
Data esecuzione posizione 31-08-2001
Affidabilità posizione 3° gruppo riposizionamento regionale GPS (2001)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Autore posizione Restaino Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 45
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 33
Dislivello totale 33
Quota fondo 275
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre sul bordo meridionale di una piccola dolina sita tra la dolina della Grotta Meravigliosa di Lazzaro Jerko e la ferrovia. Il terreno circostante la dolina è parzialmente alberato e reso accidentato dalla presenza di numerosi massi affioranti.
Descrizione dei vani interni della cavità Un breve pozzo, reso all'inizio più angusto dalla presenza di un ponte di roccia, conduce ad una caverna orientata grossomodo N-S. Verso S chiude, mentre verso N si diparte uno stretto cunicolo inclinato dal quale si può accedere a tre rami distinti.
Il primo, a NW, è un cunicolo di qualche metro che termina con un tappo di argilla; il secondo, a N, è costituito da un cunicolo in salita e da un pozzo, inizialmente molto stretto, che termina in una saletta concrezionata. Il terzo ramo s'apre sulla parete E della caverna ed è formato da una serie di pozzi, in parte franosi e in parte concrezionati, che conducono alla massima profondità; qui una frana impedisce ogni ulteriore prosecuzione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-09-1987
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso