Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4400 - Caverna dei Vasi

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna dei Vasi
Nome principale sloveno
Numero catasto 4400
Numero catasto storico 5420VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5066375,7
Longitudine Gauss-Boaga 2418641,5
Latitudine WGS-84 45° 44' 35,8888" (45,74330244)
Longitudine WGS-84 13° 41' 48,9832" (13,69693977)
Latitudine UTM WGS-84 5066352,9
Longitudine UTM WGS-84 398635,7
Quota ingresso 175
Data esecuzione posizione 22-07-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,5m x 1,5m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Michelini Aldo
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 50
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12.5
Dislivello totale 12.5
Quota fondo 162.5
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso s'apre a livello del suolo, sotto una modesta banconata calcarea.
Descrizione dei vani interni della cavità Superata una china di fango e pietre, dal soffitto molto basso, s'oltrepassa una strettoia e si prosegue in discesa fino a giungere ad un'ampia caverna. Qui, proprio all'inizio, s'apre un passaggio (punto 5) che dà su un P2,5 che porta al punto più profondo della cavità. Proseguendo, invece, in direzione W, si supera una strettoia e si entra in una seconda caverna dove termina la cavità.
Tutta la grotta è caratterizzata da una potente e completa calcificazione. Le concrezioni sono innumerevoli.
La prima parte della cavità si sviluppa in direzione N mentre il resto si sviluppa in direzione NE-SW.

NOTA
La cavità è segnalata alla soprintendenza per i beni ambientali del Friuli Venezia Giulia. Nella grotta sono stati rinvenuti numerosi reperti preistorici la cui valutazione verrà effettuata da un membro della soprintendenza.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 22-03-1987
Foto
Data dello scatto: 03-04-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 03-04-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 03-04-2011

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto