Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4377 - Abisso a N di Punta Medon

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso a N di Punta Medon
Nome principale sloveno
Numero catasto 4377
Numero catasto storico 2457FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050021 - Sella Nevea
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5136883,0
Longitudine Gauss-Boaga 2402860,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 30,5832" (46,375162)
Longitudine WGS-84 13° 28' 36,4873" (13,47680202)
Latitudine UTM WGS-84 5136859,2
Longitudine UTM WGS-84 382855,6
Quota ingresso 1812
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 95
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 107
Dislivello totale 107
Quota fondo 1705
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Ad una decina di metri dall'ingresso s'apre uno stretto pozzo profondo 25m; dalla base di questo, a 4m dal suolo, si prosegue attraverso un breve passaggio che immette in un pozzo di dimensioni imponenti. Questo è impostato lungo una frattura ortogonale a quella che ha originato il primo ed è chiuso, sul fondo, da materiale clastico.
Per raggiungere il punto più profondo della cavità, anziché scendere il primo pozzo, bisogna proseguire orizzontalmente e scendere il pozzo successivo. Questo si collega al pozzo descritto prima e, proprio in prossimità di questo punto, bisogna imboccare una finestra che con alcuni salti conduce su un P19. Questo, verso W si collega al primo fondo, verso E prosegue con un P9 e verso SW continua con alcuni pozzetti e con una galleria inclinata. Dopo un saltino, infine, si giunge ad una fessura larga circa 10cm dalla quale soffia una fortissima corrente d'aria.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 07-09-1988