Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4275 - Grotta Vergine di Travisai

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Vergine di Travisai
Nome principale sloveno
Numero catasto 4275
Numero catasto storico 5355VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1983
Scopritore Marzolini - Giorgio
Gruppo scopritore AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5071361,0
Longitudine Gauss-Boaga 2411672,4
Latitudine WGS-84 45° 47' 13,5754" (45,78710427)
Longitudine WGS-84 13° 36' 22,5404" (13,60626122)
Latitudine UTM WGS-84 5071338,3
Longitudine UTM WGS-84 391666,7
Quota ingresso 187
Data esecuzione posizione 17-04-2008
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 85x69m
Tipo ingresso Baratro
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Michelini Aldo
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 26
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 7.4
Dislivello totale 7.4
Quota fondo 179.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova sul declivio del Monte Cocco (nella località che le vecchie tavolette indicavano come "Travasai", probabilmente attuale "Trevisan"); l'ingresso è molto ampio e s'apre nei calcari di tipo dolomitico.
Descrizione dei vani interni della cavità Dalla base del breve salto iniziale si prosegue in una spaziosa caverna, col suolo coperto da uno spesso deposito di pietrame, che si sviluppa con moderata pendenza.
Pur trovandosi in una zona disseminata di opere militari austriache, la cavità in questione sembra non essere stata utilizzata come ricovero.

NOTA
Sono stati eseguiti degli scavi superficiali che hanno dato frammenti di vasi del periodo dei castellieri; non è da escludere la presenza di una stratigrafia preistorica ancora intatta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-11-1983
Foto
Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar