Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4267 - Pozzo delle Dieci

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo delle Dieci
Nome principale sloveno
Numero catasto 4267
Numero catasto storico 5347VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5065565,0
Longitudine Gauss-Boaga 2420982,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 10,8461" (45,73634613)
Longitudine WGS-84 13° 43' 37,8639" (13,72718443)
Latitudine UTM WGS-84 5065542,2
Longitudine UTM WGS-84 400976,1
Quota ingresso 245
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4.3
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12.5
Dislivello totale 12.5
Quota fondo 232.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Percorrendo la sconnessa carrareccia che si diparte dalla strada provinciale Gabrovizza-San Pelagio, all'altezza della quota 237, si raggiunge, dopo un centinaio di metri, l'orlo di un'ampia e profonda dolina. Si abbandona quindi la carrareccia stessa piegando a destra e, percorsi circa 40m lungo un sentiero poco marcato, s'arriva nei pressi della cavità in questione.
Descrizione dei vani interni della cavità Pozzo dalla morfologia tipiacamente giovanile con marcate opere di dissoluzione tuttora in atto che hanno modellato numerose lame, spuntoni aguzzi e poni naturali in un calcare nerastro e compatto interessato da innumerevoli fratture.
Sul fondo, alquanto angusto ed occupato da detriti, non si vedono evidenti prosecuzioni.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-10-1985