Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 422 - Grotta presso Prosecco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Prosecco
Nome principale sloveno
Numero catasto 422
Numero catasto storico 493VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110052 - Prosecco
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5063504,0
Longitudine Gauss-Boaga 2421511,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 4,353" (45,71787584)
Longitudine WGS-84 13° 44' 3,8426" (13,73440071)
Latitudine UTM WGS-84 5063481,2
Longitudine UTM WGS-84 401505,0
Quota ingresso 233
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1.6
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 15.5
Dislivello totale 15.5
Quota fondo 217.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della grotta si apre in mezzo ad un prato, a breve distanza dal sentiero Prosecco-Gabrovizza.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è composta da un piccolo salto iniziale che si supera senza difficoltà e da un pozzo di 12m, fortemente inclinato, che costituisce la caratteristica più interessante della grotta, essendo ben rari sul Carso triestino i pozzi che si scostano così nettamente dalla verticalità.
La piccola galleria rilevata dai primi esploratori non è più accessibile, a causa della grande quantità di detriti gettati nella cavità, in seguito allo spietramento del terreno circostante.
Al fondo c'è la firma ben conservata di Leo Petrisch del Club Touristi Triestini.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 20-04-1965