Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4176 - Grotticella presso Casere Tapodabarie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotticella presso Casere Tapodabarie
Nome principale sloveno
Numero catasto 4176
Numero catasto storico 2358FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Lusevera
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049123 - Vedronza
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5123492,3
Longitudine Gauss-Boaga 2385976,4
Latitudine WGS-84 46° 15' 5,6641" (46,25157337)
Longitudine WGS-84 13° 15' 40,2705" (13,26118625)
Latitudine UTM WGS-84 5123469,0
Longitudine UTM WGS-84 365972,0
Quota ingresso 529
Data esecuzione posizione 15-12-2019
Affidabilità posizione 1° gruppo riposizionamento regionale su CTR 1:5000 (1999)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.8 x 1.2 m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3.5
Autore posizione Biasizzo Loris
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 18
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 15.5
Dislivello totale 15.5
Quota fondo 513.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal primo tornante, salendo lungo la strada San Osvaldo-Villanova delle Grotte, seguire il sentiero per Casere Tapodabarie, fino a Q.513. L'ingresso della cavità si trova a pochi metri dal sentiero, sulla destra, e s'apre tra alcuni massi.
Descrizione dei vani interni della cavità Piccola cavità scavata nel calcare cretacico. Un salto di 3m porta ad una saletta, alta 1,2m oltre la quale s'apre un P7 dalla base costituita da massi di crollo. Qui, oltre ad un passaggio basso, si trova un camino risalito per 9,5m, terminante con una strettoia dalla quale filtra una debole corrente d'aria. La presenza di alcune radici confermano la vicinanza del camino con l'esterno. Dal lato opposto si diparte un breve cunicolo in discesa la cui disostruzione ha portato ad una saletta, sempre in discesa, larga circa 6m ed alta circa 1m. Uno scavo in frana è stato interrotto dalla ristrettezza degli ambienti e dalla presenza di grossi massi.
La corrente d'aria si spegne nella saletta, tra le varie fessure.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-04-2003
Foto
Data dello scatto: 15-12-2019

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Descrizione inquadratura: ingresso con posizione targhetta
Data dello scatto: 15-12-2019

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Data dello scatto: 15-12-2019

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Romanin Rosa

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano