Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4173 - Pozzetto del Monte Cormolina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzetto del Monte Cormolina
Nome principale sloveno
Numero catasto 4173
Numero catasto storico 2355FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Udine
Comune Enemonzo
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048032 - Monte Verzegnis O Pizzat
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137478,0
Longitudine Gauss-Boaga 2358976,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 17,3959" (46,37149886)
Longitudine WGS-84 12° 54' 22,787" (12,90632973)
Latitudine UTM WGS-84 5137454,9
Longitudine UTM WGS-84 338972,3
Quota ingresso 1684
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 11
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 11
Dislivello totale 11
Quota fondo 1673
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre in una dolina di crollo sita sulla destra del sentiero che scende dal passo della Cormolina (Q.1784 IGM) in direzione di Casera Lovinzola.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità si sviluppa lungo una frattura che ha direzione NNW-SSE. Presenta pareti verticali che evidenziano le linee di stratificazione e il fondo coperto da detriti e da neve che, generalmente, permane anche nei periodi estivi.
Lungo il lato settentrionale si trova il punto di massimo assorbimento, purtroppo impenetrabile a causa delle ridotte dimensioni.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-07-1981