Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 414 - Caverna dell'Infermeria

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna dell'Infermeria
Nome principale sloveno
Numero catasto 414
Numero catasto storico 1065VG
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Doberdò del Lago
Tipo carta < 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088152 - Monfalcone-Stazione
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5074799,8
Longitudine Gauss-Boaga 2409485,6
Latitudine WGS-84 45° 49' 3,7165" (45,81769904)
Longitudine WGS-84 13° 34' 38,4594" (13,57734984)
Latitudine UTM WGS-84 5074777,0
Longitudine UTM WGS-84 389480,0
Quota ingresso 50
Data esecuzione posizione 23-04-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2m x 2m
Tipo ingresso Galleria
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Colus Andrea
Gruppo appartenenza SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 77.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12.5
Dislivello totale 12.5
Quota fondo 37.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso I due imbocchi della cavità si aprono sul lato occidentale della strada del Vallone di Gorizia, poco prima dell'abitato di Jamiano.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo un breve percorso, entrambe gli imbocchi confluiscono in una galleria nella quale le pareti e la volta non conservano più i caratteri naturali, in seguito ai lavori di adattamento effettuati durante la prima guerra mondiale. Il nome di Caverna dell'Infermeria deriva appunto dall'adattamento ad infermeria di questa parte della grotta dove erano medicati i militari italiani feriti nel corso delle ultime battaglie dell'Isonzo.
Nel tratto più interno la cavità è invece quasi intatta e si notano diffusi fenomeni di concrezionamento; un cunicolo intasato da argilla e stalagmiti segna la fine della grotta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 03-07-1968
Foto
Data dello scatto: 12-03-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Descrizione inquadratura: ingresso 2
Data dello scatto: 12-03-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Descrizione inquadratura: targhetta ingresso 2
Data dello scatto: 12-03-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Descrizione inquadratura: Ingresso 1
Data dello scatto: 12-03-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Colus Andrea

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Descrizione inquadratura: targhetta ingresso 1
Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: Vista dell'ingresso dall'interno.
Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Esterno