Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4139 - Cavernetta a N dell'Unicorno

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavernetta a N dell'Unicorno
Nome principale sloveno
Numero catasto 4139
Numero catasto storico 5271VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5061524,0
Longitudine Gauss-Boaga 2423708,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 1,3233" (45,70036758)
Longitudine WGS-84 13° 45' 46,8588" (13,76301632)
Latitudine UTM WGS-84 5061501,2
Longitudine UTM WGS-84 403702,0
Quota ingresso 280
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 2
Dislivello totale 2
Quota fondo 278
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Lungo la strada Opicina-Prosecco, 600m circa dopo il bivio per Borgo Grotta Gigante, s'apre, sulla sinistra della stessa e ad una cinquantina di metri, una dolina con le pareti meridionali che scendono a picco e gli altri versanti che scendono più dolcemente. La caverna s'apre sotto una parete, sul fondo di questa dolina; qui si notano, inoltre, tracce di vecchi muri di contenimento i cui relativi pastini sono ora invasi da arbusti e cespi spinosi.
Descrizione dei vani interni della cavità Il suolo della cavità è formato da sassi di riporto e terra ed è in leggera discesa . Gli scavi hanno portato alla luce materiali recenti bottiglie, plastica, carta, e un coccio sottile, lucido e di colore biancastro. Il coccio è stato lasciato sul posto, su ripiano sito, entrando, a sinistra.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-11-1983