Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 41 - Grotta presso Trebiciano

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Trebiciano
Nome principale sloveno
Numero catasto 41
Numero catasto storico 83VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5059167,9
Longitudine Gauss-Boaga 2428953,8
Latitudine WGS-84 45° 40' 47,5477" (45,67987436)
Longitudine WGS-84 13° 49' 50,9744" (13,83082623)
Latitudine UTM WGS-84 5059145,0
Longitudine UTM WGS-84 408947,6
Quota ingresso 330
Data esecuzione posizione 01-03-2008
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 15
Tipo ingresso Baratro
Profondità pozzo d'accesso 17
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 38
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 20
Dislivello totale 20
Quota fondo 310
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità I primi dati di questa cavità sono stati raccolti da Eugenio Boegan agli inizi della sua attività di esploratore e, a distanza di oltre settant'anni, risultano tuttora validi.
La grotta si presenta come un ampio baratro dalle pareti marcatamente incise dai giunti di stratificazione che creano vari ripiani a gradini strapiombanti; un esteso e piatto cono detritico costituisce il fondo dal quale si aprono due brevi diramazioni, una delle quali viene raggiunta risalendo per qualche metro la parete SE. L'altra si sviluppa in discesa con due piccoli vani concrezionati, dal fondo terroso, dove trova sfogo, attraverso minime fessure, l'acqua piovana raccolta dalla grotta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-02-1893
Foto
Data dello scatto: 16-03-2013

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Restaino Marco

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Descrizione inquadratura: Panoramica ingresso
Data dello scatto: 16-03-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Restaino Marco

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Descrizione inquadratura: Particolare ingresso
Data dello scatto: 16-03-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Restaino Marco

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia