Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4070 - Buse dal Tuf

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Buse dal Tuf
Nome principale sloveno
Numero catasto 4070
Numero catasto storico 2292FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Udine
Comune Verzegnis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048042 - Pusea
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5136610,0
Longitudine Gauss-Boaga 2365047,0
Latitudine WGS-84 46° 21' 54,3915" (46,36510875)
Longitudine WGS-84 12° 59' 7,7981" (12,98549947)
Latitudine UTM WGS-84 5136586,9
Longitudine UTM WGS-84 345043,2
Quota ingresso 460
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 42
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 3
Dislivello totale 3
Quota fondo 457
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dalla frazione di Pusea, prendere il sentiero che conduce nel sottostante Rio Facit. Giunti in prossimità del torrente, risalirlo per una ventina di metri fino ad incontrare, sulla destra, un rivolo generalmente in secca, originato dall'acqua che esce dalla cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Subito dopo l'ampio ingresso, la cavità presenta un salone ricoperto da massi di crollo anche di notevoli dimensioni. Dopo questo tratto, la grotta diviene più angusta fino a divenire una stretta fessura orizzontale impercorribile. Il pavimento si presenta ovunque ricoperto da detrito più o meno arrotondato e di forma assai irregolare a causa dello scioglimento e dell'asportazione preferenziale di ciottoli inglobati nel conglomerato. Il grado di arrotondamento è maggiore per gli elementi che si trovano sul fondo della cavità. Affluiscono nel condotto principale anche altri cunicoli di ridotte dimensioni; nei pressi della congiunzione sono visibili piccoli accumuli di sabbia.
La presenza di muschio e di vegetazione nel rivolo esterno, quello originato dalla cavità, fa ritenere che solo in casi eccezionali questa funzioni da risorgente.
A detta degli abitanti locali, un tempo, nei pressi dell'ingresso, vi era presenza d'acqua.
Formazione geologica: conglomerati quaternari.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-12-1981