Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4054 - Inghiottitoio del Pianoro a N del Monte Poviz

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Inghiottitoio del Pianoro a N del Monte Poviz
Nome principale sloveno
Numero catasto 4054
Numero catasto storico 2276FR
Numero totale ingressi 5

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:25.000
Carta CTRN 1:5.000 050021 - Sella Nevea
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5138127,0
Longitudine Gauss-Boaga 2403693,0
Latitudine WGS-84 46° 23' 11,3899" (46,3864972)
Longitudine WGS-84 13° 29' 14,3535" (13,48732041)
Latitudine UTM WGS-84 5138103,2
Longitudine UTM WGS-84 383688,6
Quota ingresso 1658
Data esecuzione posizione 25-07-1983
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1.7
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 80
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 6
Dislivello totale 6
Quota fondo 1652
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Per raggiungere il pianoro a N del Monte Poviz non vi sono evidenti sentieri. Il seguente itinerario è estremamente scomodo e complesso ma, almeno, non è particolarmente pericoloso.
Dalla Grotta 3° a N del Monte Poviz salire arrampicandosi per i mughi siti a sinistra di un canale; poi, attraversarlo su erba e roccette (esposto) e quindi salire un secondo canale (passaggi esposti). Appena possibile attraversare il bosco di abeti che ricopre la spalla a N del Poviz e da qui scendere, tenendosi il più possibile ad E, per i mughi (passaggi difficoltosi), fino a giungere ad un evidente pianoro. Questo è costituito da numerosi massi erratici nei quali s'infiltra la neve del sovrastante nevaio e fra i quali si trovano numerosi vani.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è costituita da una successione di cavernette e cunicoli con numerosi ingressi, alcuni orizzontali ed altri a pozzetto. L'orifizio posto più a SW, in periodi di scioglimento della neve, probabilmente funge da inghiottitoio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 25-07-1983