Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4016 - Buse dai Pagans

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Buse dai Pagans
Nome principale sloveno
Numero catasto 4016
Numero catasto storico 2238FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Torreano
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067064 - Torreano
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5111092,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400060,0
Latitudine WGS-84 46° 8' 33,5187" (46,14264408)
Longitudine WGS-84 13° 26' 49,089" (13,44696918)
Latitudine UTM WGS-84 5111068,7
Longitudine UTM WGS-84 380055,2
Quota ingresso 327
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 51
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 15
Dislivello negativo 7
Dislivello totale 22
Quota fondo 320
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso s'apre sotto la cava, a fianco della sua discarica, ed è quasi sempre ostruito.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco, con il pavimento in terriccio, dà accesso ad una stanzetta dalla quale si dipartono due diramazioni. Una porta direttamente ad un'altra saletta, l'altra, attraverso un passaggio stretto e fangoso, porta alla medesima stanza. Proseguendo diritti, invece, si arriva ad un bivio. Da un lato si prosegue qualche metro fino a giungere ad una sala sormontata da un camino. Questo probabilmente sbuca all'esterno considerando la presenza sul fondo di materiale clastico e di una poltiglia grigiastra che deriva dalla lavorazione della cava sovrastante. Dall'altro si prosegue fino a giungere ad una strettoia per ora intransitabile. Probabilmente la volta della cavità era, un tempo, più alta ma, in seguito a continui depositi sul pavimento di materiale portato dalle piogge come terriccio, ghiaia e poltiglia, ora risulta alquanto bassa.

NOTA
Speleologi del CSIF, nel 1998, hanno avvisato che l'ingresso è completamente ostruito.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 20-03-1983