Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4014 - Pozzo 1° in Comugna

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 1° in Comugna
Nome principale sloveno
Numero catasto 4014
Numero catasto storico 2236FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Torreano
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067023 - Masarolis
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5111840,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400250,0
Latitudine WGS-84 46° 8' 57,865" (46,14940695)
Longitudine WGS-84 13° 26' 57,2621" (13,44923948)
Latitudine UTM WGS-84 5111816,7
Longitudine UTM WGS-84 380245,2
Quota ingresso 408
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 16
Dislivello totale 16
Quota fondo 392
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dall'abitato di Costa si risale, per mezzo di un sentiero, il canalone del torrente presso la zona di Comugna. La cavità s'apre sulla destra orografica del torrente, ad un'altezza di circa 7m dal suo letto, in mezzo al bosco, poco sotto al sentiero. L'imbocco è quasi completamente ricoperto da muschi e felci che scendono lungo le pareti quasi fino ad un terzo del primo pozzo.
Descrizione dei vani interni della cavità Alla base del pozzo d'accesso s'incontra un pianerottolo oltre al quale s'apre un salto di 6m chiuso al fondo da un cumulo di detriti. Qui, da un lato c'è un camino con una parete di materiale cementato mentre dall'altro si trova una piccola pozza d'acqua.
Sul fondo, oltre ai detriti clastici ed organici (rami e foglie) sono stati trovati esemplari di rospi di colore rosso, probabilmente caduti da sopra.
La cavità si sviluppa in conglomerati eoceni denominati pietre piasentine.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-02-1983