Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4007 - Pozzo 1° in Colpapan

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 1° in Colpapan
Nome principale sloveno
Numero catasto 4007
Numero catasto storico 2229FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Torreano
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067064 - Torreano
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5110603,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400346,0
Latitudine WGS-84 46° 8' 17,8617" (46,13829491)
Longitudine WGS-84 13° 27' 2,8589" (13,45079415)
Latitudine UTM WGS-84 5110579,7
Longitudine UTM WGS-84 380341,2
Quota ingresso 392
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 21
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 23
Dislivello totale 23
Quota fondo 369
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Da Torreano si sale alla frazione di Costa e da lì si prende la carrareccia per Cava Colpapan. Si prosegue quindi per il sentiero che passa a fianco di una collinetta dirigendosi verso Q.356. Subito dietro la sommità di questa collina, che è recintata, si trova l'ingresso della cavità. Questo risulta recintato in quanto la zona è adibita a pascolo e s'apre tra sterpi ed arbusti, nei pressi di un grosso castagno.
Descrizione dei vani interni della cavità Pozzo unico a campana caratterizzato, nei primi metri, da edere e muschi. Sul lato opposto alla discesa s'intravedono grosse colate stalattitiche a grappolo ed un enorme frangia calcarea che pendono da un condotto attivo ma non praticabile. Il fondo del pozzo è coperto da detriti clastici, terriccio, vegetali ormai decomposti e da diversi resti di pecore cadute nel pozzo.
Sulla parete più bassa, alla base del pozzo, si trovano diverse pozze d'acqua a vaschetta. Quattro metri sopra di esse, sulla parete concrezionata, s'intravede un cunicolo per ora impraticabile. Sul fondo della cavità, tra il materiale di riempimento, si nota uno sprofondamento ad andamento circolare posto esattamente sotto una parete intensamente solcata. La cavità si sviluppa quasi in una zona di contatto di due rocce diverse, una brecciola e una marna, ambedue dell'Eocene.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-02-1983