Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3937 - Risorgiva della Salamandra

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Risorgiva della Salamandra
Nome principale sloveno
Numero catasto 3937
Numero catasto storico 5230VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune San Dorligo della Valle / Dolina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110153 - San Dorligo della Valle
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5052543,0
Longitudine Gauss-Boaga 2432003,0
Latitudine WGS-84 45° 37' 14,3415" (45,62065042)
Longitudine WGS-84 13° 52' 16,2067" (13,87116854)
Latitudine UTM WGS-84 5052520,2
Longitudine UTM WGS-84 411996,7
Quota ingresso 107
Data esecuzione posizione 31-08-2001
Affidabilità posizione 3° gruppo riposizionamento regionale GPS (2001)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,8m x 0,4m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Autore posizione Restaino Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 19
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 1
Dislivello negativo
Dislivello totale 1
Quota fondo 107
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre sul versante destro del Torrente Rosandra, una ventina di metri sopra il corso del fiume, in una stretta valle percorsa da un piccolo torrente quasi perenne. L'ingresso è nascosto da una fitta vegetazione ed è sito sotto una breve parete alta una decina di metri.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco, caratterizzato dalla presenza di breccia calcarea, immette in un basso cunicolo il cui suolo è cosparso sia da numerosi detriti rocciosi che da argilla. La cavità, che presenta pure alcune piccole forme di concrezionamento, termina con una cavernetta ingombra quasi esclusivamente da depositi argillosi.

NOTA
Al momento dell'esplorazione la cavità non risultava inserita in catasto ma erano presenti segni di visite precedenti.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-02-1983
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 06-07-2014

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Magrin Enrico

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 06-07-2014

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Magrin Enrico

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner