Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3924 - Pozzo presso Coisce

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso Coisce
Nome principale sloveno
Numero catasto 3924
Numero catasto storico 5217VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5071095,0
Longitudine Gauss-Boaga 2412291,8
Latitudine WGS-84 45° 47' 5,3066" (45,7848074)
Longitudine WGS-84 13° 36' 51,4338" (13,61428717)
Latitudine UTM WGS-84 5071072,2
Longitudine UTM WGS-84 392286,1
Quota ingresso 222
Data esecuzione posizione 17-12-2008
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 08x04m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10
Dislivello totale 10
Quota fondo 212
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre sul bordo di un prato nei pressi di un muretto a secco non molto distante dall'ex fattoria di Coisce. L'ingresso è ombreggiato da alcuni piccoli alberi.
Descrizione dei vani interni della cavità Classico pozzo diaclasico, dalle pareti nude (un po' verdastre per la presenza di muschi) per i primi metri ed indi ben concrezionate. Sul fondo, formato da materiale lapideo d'indubbia origine esterna, c'è ora un muricciolo eretto dal gruppo di ricerche di paleontologia umana dell'Associazione XXX Ottobre, scopritore della cavità. Poco più di un metro sopra il muretto s'apre una finestra, allargata artificialmente, che conduce ad un cunicolo in salita terminante in un camino chiuso dopo qualche metro.
Su una colata, presso la finestra, è stata incisa con uno scalpello la parola TALPE (forse degli ignoti che hanno aperto il passaggio).
Alle 14.30 la temperatura esterna era di 15,4°C, quella interna 11°C.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 21-01-1983
Foto
Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar