Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3711 - Pozzo 1° a S del Monte Cocco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 1° a S del Monte Cocco
Nome principale sloveno
Numero catasto 3711
Numero catasto storico 5188VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5071086,0
Longitudine Gauss-Boaga 2411134,0
Latitudine WGS-84 45° 47' 4,3614" (45,78454482)
Longitudine WGS-84 13° 35' 57,8367" (13,59939908)
Latitudine UTM WGS-84 5071063,2
Longitudine UTM WGS-84 391128,3
Quota ingresso 67
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 5.5
Dislivello totale 5.5
Quota fondo 61.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si può raggiungere percorrendo la strada sterrata che da Duino porta sul Monte Cocco. Dopo aver superato la ferrovia, sulla sinistra a fianco della strada, si vedrà l'imboccatura del pozzetto che s'apre sullo sbocco di una valletta di cui probabilmente ricicla le acque.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della grotta è abbastanza stretto e mostra i segni di un'accentuata forma di erosione; il fondo è costituito da un deposito di detriti. Una stretta fessura ove s'incanalano le acque rappresenta l'unica possibile prosecuzione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-07-1981