Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3612 - Riparo presso S. Osvaldo

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Riparo presso S. Osvaldo
Nome principale sloveno
Numero catasto 3612
Numero catasto storico 1955FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Tarcento
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049151 - Zomeais
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5122856,0
Longitudine Gauss-Boaga 2384464,0
Latitudine WGS-84 46° 14' 43,9803" (46,24555007)
Longitudine WGS-84 13° 14' 30,3289" (13,24175804)
Latitudine UTM WGS-84 5122832,8
Longitudine UTM WGS-84 364459,7
Quota ingresso 295
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 11
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 1
Dislivello negativo
Dislivello totale 1
Quota fondo 295
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Il riparo si trova una ventina di metri sotto la strada Tarcento-Vedronza, circa mezzo chilometro prima del bivio di San Osvaldo, in direzione Villanova Grotte. L'ingresso è visibile solamente dalla parte del Monte Stella, quando non c'è fogliame.
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di un riparo molto asciutto la cui principale caratteristica sta nel fatto che è scavato in una flessura degli strati calcarei della zona, affioranti nell'incisione del Torre; tale flessura, non citata finora da alcun autore, rappresenta una piega indubbiamente anomala in una zona dove gli strati hanno un andamento assai regolare. Per di più questa pare affiorare anche sotto la cima del Monte Stella ed è collegata alla flessura inferiore da un ripido canalone incassato.
All'interno sono stati trovati numerosi resti di scatolame, come se qualcuno vi avesse soggiornato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-01-1982