Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3610 - Grotticella in località Bebon

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotticella in località Bebon
Nome principale sloveno
Numero catasto 3610
Numero catasto storico 1953FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Torreano
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067012 - Pedrosa
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5112376,0
Longitudine Gauss-Boaga 2397355,0
Latitudine WGS-84 46° 9' 13,3735" (46,15371487)
Longitudine WGS-84 13° 24' 41,858" (13,41162722)
Latitudine UTM WGS-84 5112352,7
Longitudine UTM WGS-84 377350,3
Quota ingresso 575
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 31
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 5
Dislivello negativo
Dislivello totale 5
Quota fondo 575
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso è da tempo conosciuto dalla gente del luogo poiché la cavità durante la seconda guerra mondiale era usata come rifugio dai partigiani. Si trova alla base di una piccola ma ripida parete rocciosa ed è di difficile individuazione.
Descrizione dei vani interni della cavità Si accede alla cavità da un ingresso piuttosto stretto che conduce ad una prima saletta in salita. Sulla destra, un camino porta ad una saletta superiore stretta e alta, avente in un angolo uno stretto passaggio impraticabile. Tornando alla prima saletta, sulla sinistra, v'è un passaggio quasi a livello della volta che porta ad un cunicolo alto e stretto oltrepassato il quale s'arriva ad una vasta sala riccamente concrezionata. Nel complesso, tutta la cavità è ricoperta da depositi di concrezioni.

NOTA
Nella cavità è stato trovato un osso lungo d'animale; la datazione è incerta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-11-1981