Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3605 - Grotta a NNW del Pic di Carnizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a NNW del Pic di Carnizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 3605
Numero catasto storico 1948FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050023 - Monte Canin
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5136437,0
Longitudine Gauss-Boaga 2399311,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 13,8948" (46,37052633)
Longitudine WGS-84 13° 25' 50,8378" (13,43078829)
Latitudine UTM WGS-84 5136413,3
Longitudine UTM WGS-84 379306,6
Quota ingresso 2012
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 78.4
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 25.5
Dislivello totale 25.5
Quota fondo 1986.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta s'apre con un portale di 1,3 X 1,2m, una cinquantina di metri sopra la mulattiera.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso dà accesso ad una china detritica, lunga 4,5m, che porta ad un salto di 2m sul fondo del quale parte un ripido scivolo di neve e ghiaccio. Disceso questo per una ventina di metri, con l'ausilio della corda, si giunge sul fondo, dove s'apre una bella caverna. Questa è occupata sul lato W da un cumulo di neve ed è adornata sul lato S da una colonna di ghiaccio la cui sommità superiore cela parzialmente una finestra che non è stata ancora esplorata. Alla base della colonna un basso passaggio su ghiaccio permette di raggiungere un pozzetto il cui fondo è occluso da detriti e su la cui sommità si diparte un ramo ascendente lungo una decina di metri. Circa a metà della caverna principale s'apre, verso SW, una finestra sita a 2m d'altezza, dalla quale ha inizio un corridoio ascendente con abbondanti depositi clastici.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-07-1982