Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3561 - Grotta presso Gabrovizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Gabrovizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 3561
Numero catasto storico 5130VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5064685,8
Longitudine Gauss-Boaga 2420376,9
Latitudine WGS-84 45° 43' 42,0532" (45,7283481)
Longitudine WGS-84 13° 43' 10,523" (13,71958973)
Latitudine UTM WGS-84 5064663,0
Longitudine UTM WGS-84 400371,0
Quota ingresso 211
Data esecuzione posizione 22-01-2016
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.4 x 1.0 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 18.6
Autore posizione Perini Luciano
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 32
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 57
Dislivello totale 57
Quota fondo 154
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre sul piano di campagna, vicino ad un muretto a secco, in prossimità di una dolina.
Descrizione dei vani interni della cavità Alla base del pozzo d'accesso si sviluppa una caverna, ampia 6 X 9m, con le pareti calcificate e sormontata da alcuni camini. Il suolo è formato da un notevole accumulo di argilla ed è in pendenza. Risalendo il pendio, attraverso un basso passaggio, si entra in una cavernetta parzialmente calcificata e concrezionata, che termina in salita con una china detritica, sormontata da un camino. Superando, invece, un breve saltino si giunge in mezzo ad una spaccatura ostruita nel mezzo da pietre; da ambedue i lati s'aprono due pozzi. Uno è cieco e termina dopo 6,6m, l'altro scende perfettamente verticale per 13,4m. Sempre dalla base del pozzo d'accesso, superata una colata calcitica, si entra in un'altra caverna il cui ingresso, a guisa d'ampio balcone, s'apre proprio dirimpetto al pozzo. Le pareti sono calcificate e concrezionate, mentre il suolo è ingombro d'argilla. Da una parte la volta si chiude abbassandosi gradatamente, dall'altra, superato in salita un modesto accumulo di pietre calcificate ed argilla, si scende qualche metro dove l'ambiente termina ostruito da massi misti ad argilla.
Alla base del P13,4 s'apre il P22; questo è caratterizzato da un'erosione più marcata e da numerose lame di roccia. Il fondo è costituito da pietre tra le quali scende un altro pozzetto, profondo 3-4m, impraticabile a causa delle esigue dimensioni.

NOTA
Le pareti dell'ultimo pozzo, presentano ben evidente la potenza degli strati di roccia nei quali si notano con molta chiarezza e ad una distanza pressoché costante di un metro e mezzo l'uno dall'altro, accumuli di fossili.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-01-1981
Foto
Data dello scatto: 22-01-2016

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 22-01-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 22-01-2016

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto