Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3559 - Grotta 2° in Via dei Fiordalisi

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 2° in Via dei Fiordalisi
Nome principale sloveno
Numero catasto 3559
Numero catasto storico 5128VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110104 - Barcola
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5060626,0
Longitudine Gauss-Boaga 2424949,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 32,8492" (45,6924581)
Longitudine WGS-84 13° 46' 44,865" (13,77912917)
Latitudine UTM WGS-84 5060603,2
Longitudine UTM WGS-84 404942,9
Quota ingresso 308
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 26.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 5.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 29
Dislivello totale 29
Quota fondo 279
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità s'apre con un pozzo di 26,5m, interrotto in parte, a -13, da alcuni massi incastrati; a questa quota s'apre una cavernetta con gli assi 5,5 X 5m, parzialmente concrezionata, sul fondo della quale c'è una possibile prosecuzione occlusa però da detriti ed argilla. Il fondo della grotta è costituito da materiale roccioso staccatosi dalle pareti per l'erosione dell'acqua.
Le rocce in loco sono costituite da calcari chiari del Turoniano Superiore a rudiste e radiolari. Gli strati, ben evidenziati e dello spessore inferiore al metro, sono orientati ENE-SSW, fino a 13m di profondità e NE-SW da -13 al fondo, con un angolo di immersione di circa 20 gradi.
Le formazioni calcitiche sono rare mentre quelle d'erosione e corrosione sono più evidenti.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 03-02-1981