Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3557 - Antri sopra la Grotta delle Gallerie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Antri sopra la Grotta delle Gallerie
Nome principale sloveno
Numero catasto 3557
Numero catasto storico 5126VG
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune San Dorligo della Valle / Dolina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110152 - Draga Sant’Elia
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5052230,0
Longitudine Gauss-Boaga 2432964,0
Latitudine WGS-84 45° 37' 4,6369" (45,61795469)
Longitudine WGS-84 13° 53' 0,7752" (13,88354868)
Latitudine UTM WGS-84 5052207,2
Longitudine UTM WGS-84 412957,7
Quota ingresso 360
Data esecuzione posizione 16-12-2009
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2m x 5m
Tipo ingresso Cavernetta
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Michelini Aldo
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 15
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 3
Dislivello totale 3
Quota fondo 357
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Le caverne si trovano sulla cengia soprastante la Grotta delle Gallerie (290\420VG).
Descrizione dei vani interni della cavità Si tratta di due cavità di modeste proporzioni. Quella più occidentale è un largo riparo sotto roccia dove l'archeologo Francesco Stradi rinvenne, negli anni '50, un bellissimo vaso neolitico dipinto a bande ondulate verticali; l'altra ha la particolarità di avere due ingressi, il superiore dei quali è diviso in due curiose orbite da un sottile diaframma calcareo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 04-10-1980