Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3549 - Grotta 2° a W di Monte Sambuco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 2° a W di Monte Sambuco
Nome principale sloveno
Numero catasto 3549
Numero catasto storico 5118VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109041 - Malchina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5072316,1
Longitudine Gauss-Boaga 2415385,5
Latitudine WGS-84 45° 47' 46,5707" (45,79626964)
Longitudine WGS-84 13° 39' 13,7189" (13,6538108)
Latitudine UTM WGS-84 5072293,2
Longitudine UTM WGS-84 395379,8
Quota ingresso 176
Data esecuzione posizione 01-07-2014
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1 x 1m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Tentor Maurizio
Gruppo appartenenza FANTE - Gruppo Speleologico Monfalconese Amici del Fante
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 42
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 14
Dislivello totale 14
Quota fondo 162
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Questa piccola e complessa cavità s'apre sulla destra del sentiero che da Ceroglie porta al Monte Sambuco, 200m dopo il bivio quotato sulla CTR 1905, presso il bordo di un'ampia dolina.
Descrizione dei vani interni della cavità Una breve china detritica conduce alla prima caverna, bassa e larga, che prosegue con un corto cunicolo sotto l'ingresso e con uno stretto passaggio aprentesi nella seconda saletta. Da qui si possono seguire tre vie: ad W, un cunicolo terroso in salita riporta nella stanza superiore, ad E, un passaggio concrezionato porta al pozzo interno terminante in una sala occupata da massi dove, attraverso un pertugio, si giunge al pozzetto terminale.
La terza via, sempre ad E, porta alla caverna finale dalla quale si dipartono dei piccoli rami laterali.

Nella cavità sono state trovate delle ossa di qualche animale.

NOTA
Nella grotta, purtroppo, nonostante le esigue dimensioni e quindi il breve tempo necessario per visitarla, presenta tracce di scarburate.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-02-1989
Foto
Data dello scatto: 01-07-2014

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Tentor Maurizio

Gruppo di appartenenza: FANTE - Gruppo Speleologico Monfalconese Amici del Fante

Data dello scatto: 01-07-2014

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Tentor Maurizio

Gruppo di appartenenza: FANTE - Gruppo Speleologico Monfalconese Amici del Fante