Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3501 - Risorgiva sotto il Monte Sart

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Risorgiva sotto il Monte Sart
Nome principale sloveno
Numero catasto 3501
Numero catasto storico 1889FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050012 - Narone
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5136447,0
Longitudine Gauss-Boaga 2395753,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 11,902" (46,36997278)
Longitudine WGS-84 13° 23' 4,3621" (13,38454502)
Latitudine UTM WGS-84 5136423,4
Longitudine UTM WGS-84 375748,7
Quota ingresso 850
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 500
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 120
Dislivello negativo
Dislivello totale 120
Quota fondo 850
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni certe (accessibili)
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta s'apre in un canalone sotto il versante S del Monte Sart, di fronte all'abitato di Stolvizza; l'ingresso è costituito da un'ampia galleria (8 X 6m) raggiungibile con un'arrampicata di 5m.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo una cinquantina di metri la galleria si biforca in due gallerie d'interstrato, entrambe in alcuni punti concrezionate, che si riuniscono nuovamente dopo un centinaio di metri. Da qui, poco oltre, si arriva alla base di un pozzo largo una decina di metri che si risale per circa 60m. Proseguendo per un meandro largo 2-3m si arriva ad un lago sifone delle dimensioni di 7 X 5m, mentre risalendo un pozzo di una trentina di metri, all'inizio del meandro, si giunge alla base di un'altra risalita che, all'epoca, non fu conclusa. Gli speleosub hanno, inoltre, esplorato il sifone: sono stati percorsi una settantina di metri in una galleria larga alcuni metri e profonda 13m, senza però riemergere.
La grotta è percorsa da un corso d'acqua proveniente dal sifone e si tratta, quasi certamente, dello stesso corso d'acqua che alimenta, almeno in parte, il Fontanone che sbocca nel canalone poco più ad W di quello in cui s'apre la grotta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-09-1980