Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3445 - Grotta a W della Cima del Matajur

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a W della Cima del Matajur
Nome principale sloveno
Numero catasto 3445
Numero catasto storico 1833FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050153 - Monte Mataiur
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5118685,0
Longitudine Gauss-Boaga 2406403,0
Latitudine WGS-84 46° 12' 43,3549" (46,21204304)
Longitudine WGS-84 13° 31' 38,0875" (13,52724652)
Latitudine UTM WGS-84 5118661,5
Longitudine UTM WGS-84 386398,2
Quota ingresso 1547
Data esecuzione posizione 31-12-1997
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1.5
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 5.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 2.7
Dislivello totale 2.7
Quota fondo 1544.3
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Piccola cavità che si trova a circa 290°- 200m - dalla chiesetta situata sulla cima del Matajur, ai bordi di un piccolo tavolato di calcari cretacei con evidenti segni di affioramenti da stratificazione e caos di brecciame causato anche dall'accentuato fenomeno criosclastico. Tale affioramento è ben visibile sul crinale W.
L'ingresso, difficile da scorgere, s'apre tra massi.
Descrizione dei vani interni della cavità Alla base del salto (2m) iniziale parte una breve galleria con il fondo occupato da detriti e pietrame, più minuto nella parte finale. Assente lo stillicidio ed i depositi litogenetici.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-06-1978