Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3348 - Grotta in località la Tabina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta in località la Tabina
Nome principale sloveno
Numero catasto 3348
Numero catasto storico 1736FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Ragogna
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 065041 - Ragogna
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5115942,0
Longitudine Gauss-Boaga 2362891,0
Latitudine WGS-84 46° 10' 43,4022" (46,17872282)
Longitudine WGS-84 12° 57' 51,7725" (12,96438124)
Latitudine UTM WGS-84 5115919,3
Longitudine UTM WGS-84 342886,9
Quota ingresso 150
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 31
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 2
Dislivello negativo
Dislivello totale 2
Quota fondo 150
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Per raggiungere la cavità, bisogna lasciare la strada che conduce alla località La Tabina, sul greto del fiume Tagliamento, nei pressi del ponte che attraversa il Rio Ponte. Da qui, si risale il greto del rio per circa 150m; l'ingresso della grotta s'apre sulla destra, circa 3m più in alto rispetto al corso d'acqua, ed è parzialmente coperto dalla vegetazione.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si presenta come una galleria dalle dimensioni regolari; percorso il corridoio d'ingresso, si curva di 90°, sulla sinistra, e si scende uno scivolo di ghiaia che porta ad una fessura che dà su una vasca d'acqua. Superata questa si procede, leggermente in salita, fino al termine della cavità, ostruito da materiale clastico. La grotta è scavata in conglomerato poco cementato; in alcuni punti le pareti sono ben concrezionate.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 30-03-1980