Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3262 - Grotta presso Monrupino

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Monrupino
Nome principale sloveno
Numero catasto 3262
Numero catasto storico 5101VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062440,0
Longitudine Gauss-Boaga 2426447,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 32,3476" (45,70898544)
Longitudine WGS-84 13° 47' 52,8533" (13,7980148)
Latitudine UTM WGS-84 5062417,1
Longitudine UTM WGS-84 406440,9
Quota ingresso 304
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10.9
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7.8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 21
Dislivello totale 21
Quota fondo 283
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è situata ai margini di una piccola pietraia; l'ingresso, allargato artificialmente, misura 80 X 80cm.
Descrizione dei vani interni della cavità Il primo pozzo, superata una strozzatura a 3m dall'ingresso, scende inclinato; a metà circa raggiunge la massima ampiezza (5,5 X 3,5m) per poi, verso il fondo, restringersi. L'ambiente è completamente calcificato e si nota, a circa 2m d'altezza dal fondo, un'imponente colonna bianca.
Dalla base del pozzo, a sinistra, s'apre un passaggio che porta ad un cunicolo, piuttosto scomodo, tutto calcificato. Qualche metro sotto la base del pozzo, invece, una ripida china detritica composta da terra e sassi, porta all'imbocco, allargato artificialmente, del pozzo interno. Sul fondo di questo, sulla destra, s'apre un passaggio alto circa 60cm, che dà adito ad un ulteriore angusto cunicolo, molto inclinato, la cui base è formata da argilla mista a pietrame. Questo giunge in ambiente molto piccolo; da qui si prosegue dritti ancora qualche metro fino a che le dimensioni diventano impraticabili.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 16-01-1979