Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3242 - Cavernetta dei Paletti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavernetta dei Paletti
Nome principale sloveno
Numero catasto 3242
Numero catasto storico 5081VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 08-10-1980
Scopritore Marini - Dario
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Data scoperta 08-10-1980
Scopritore Guidi - Pino
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5060299,9
Longitudine Gauss-Boaga 2427571,1
Latitudine WGS-84 45° 41' 23,5598" (45,68987773)
Longitudine WGS-84 13° 48' 46,2981" (13,81286057)
Latitudine UTM WGS-84 5060277,0
Longitudine UTM WGS-84 407565,0
Quota ingresso 309
Data esecuzione posizione 17-04-2013
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2,5 x 1,8 m
Tipo ingresso Cavernetta
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Benedetti Gianni
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 11
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 3.5
Dislivello totale 3.5
Quota fondo 305.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La caverna s'apre fra i paletti 19 e 20 della linea elettrica minore (più vicino al secondo), non lontano da un'ampia, anche se non profonda, dolina, in direzione SE.
Descrizione dei vani interni della cavità Dopo una breve discesa la cavità si biforca: a NE prosegue, sempre molto bassa, in leggera salita, a S scende ancora per un po', sino a terminare con uno stretto pertugio fra terra e volta. Nelle parti più interne si notano concrezioni.

NOTA: la grotta deve il nome al fatto che nel suo interno sono stati rinvenuti moltissimi paletti che delimitavano le aree indagate per conto dell'EZIT, dal geofisico.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 07-12-1980
Foto
Data dello scatto: 17-04-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 17-04-2013

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 17-04-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Benedetti Gianni

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi