Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 312 - Abisso Bolletti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Bolletti
Nome principale sloveno
Numero catasto 312
Numero catasto storico 113FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Udine
Comune Verzegnis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 048032 - Monte Verzegnis O Pizzat
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5136815,0
Longitudine Gauss-Boaga 2359536,0
Latitudine WGS-84 46° 21' 56,4085" (46,36566903)
Longitudine WGS-84 12° 54' 49,7979" (12,91383275)
Latitudine UTM WGS-84 5136791,9
Longitudine UTM WGS-84 339532,3
Quota ingresso 1585
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 45
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 33
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 139
Dislivello totale 139
Quota fondo 1446
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dalla Stalla Pontaria, qualche chilometro dopo Chiaicis, sulla strada, si diparte la teleferica che porta a quota 1680, nei pressi della cava di marmo situata sul Colle dei Larici (quota 1776m). Dopo 250m in direzione Ovest inizia un sentiero che, inerpicandosi dapprima con dolce pendenza attraverso prati morbidamente ondulati, si fa poi via via più ripido, passando in vicinanza della Casera Mongarda, per congiungersi quindi col sentiero che sale da quota 958m, presso gli Stalli Sciardul. La salita si fa sempre più marcata rasentando ad Est le pendici del Monte Verzegnis (o Pizzat, quota 1915m) volgendo in direzione della Casera Val. A quota 1585m sul declivio di un dosso, pianeggiante (quota 1610m) nella parte occidentale, ai piedi di un balzo roccioso, si trova l'Abisso Livio Bolletti (così battezzato dal GTS per onorare la memoria di un socio defunto), esplorato dal GTS successivamente ad una segnalazione di alcuni operai della cava di marmo.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre, con un'imboccatura di 2m x 5m, nei calcari giurassici del Monte Verzegnis, nei pressi della Malga Val (da cui deriva il fatto che uno dei nomi ad essa attribuiti é quello di Riceule di Val).
Il primo pozzo, profondo 45m è scavato in una frattura orientata NE-SW e continua a NE con un piccolo salto, cieco, di 4m. Nella parte SE del fondo del pozzo, in parte occupato da un cumulo di neve, si apre l'ingresso, molto stretto, del pozzo di 50m (scavato, come il pozzo iniziale, in una fessura orientata NE-SW) che continua angusto ed accidentato per arrivare in una caverna con il suolo costituito da massi di frana; fra questi massi si apre l'ingresso del pozzo di 15m che, dopo una stretta fessura, immette nell'ultimo pozzo della cavità, profondo 25m. L'orientamento degli assi dei due ultimi pozzi è N-S;
Una fessura inesplorata, posta a circa metà dell'ultimo pozzo, rappresenta una possibile prosecuzione.
La prima parte della cavità (pozzi di 45m e di 4m) era stata già esplorata nel 1913 da Cleva, ma le misure attribuite ai pozzi in quell'occasione superavano notevolmente quelle attuali.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-06-1955