Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 31 - Grotta Ercole

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Ercole
Nome principale sloveno
Numero catasto 31
Numero catasto storico 6VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5064968,0
Longitudine Gauss-Boaga 2420887,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 51,4578" (45,7309605)
Longitudine WGS-84 13° 43' 33,9085" (13,7260857)
Latitudine UTM WGS-84 5064945,2
Longitudine UTM WGS-84 400881,1
Quota ingresso 216
Data esecuzione posizione 31-12-2000
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 7,40 x 4,00m
Tipo ingresso Galleria
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 290
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 9
Dislivello negativo 91
Dislivello totale 100
Quota fondo 125
Vincolo paesaggistico Si
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è conosciuta con il nome di Grotta Ercole e si apre sul fondo di una vasta dolina situata a ridosso della linea ferroviaria.
Descrizione dei vani interni della cavità Un grande masso divide il portale dal quale si sviluppa una lunga galleria detritica che, dopo alcuni scivoli di moderata inclinazione, termina su di un largo ballatoio limitato da grandi gruppi di colonne. Da qui, scendendo con la scala per una parete inclinata e costellata di ripiani, si giunge al fondo costituito da una spianata argillosa al di sopra della quale la volta si innalza a formare un grande duomo.

AGGIORNAMENTO del Gruppo Speleologico Monfalconese Spangar del 1981:
dalla base della sala terminale si innalza una parete di circa 36m, interrotta da uno stretto terrazzo a 22m dalla base stessa. Alla sommità della parete la grotta prosegue, sulla destra fino ad una stanzetta quasi circolare di 3m di diametro e sulla sinistra, invece, sale per circa 10m fino ad un angusto terrazzo circondato da enormi stalattiti. Da questo punto, con un balzo di altri 10m, si arriva al punto culminante della cavità, in una stanza sita a 8m dalla volta del cavernone centrale.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-01-1993
Foto
Data dello scatto: 20-09-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Podgornik Ferruccio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 20-09-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Podgornik Ferruccio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 29-06-2005

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Potleca Michele

Gruppo di appartenenza: GC - Grotta Continua

Data dello scatto: 29-01-2010

Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: L'ingresso
Data dello scatto: 29-01-2010

Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: L'ingresso visto dall'interno