Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3098 - Grotta a N di Duino

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a N di Duino
Nome principale sloveno
Numero catasto 3098
Numero catasto storico 5026VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5070942,0
Longitudine Gauss-Boaga 2411647,0
Latitudine WGS-84 45° 46' 59,9871" (45,78332975)
Longitudine WGS-84 13° 36' 21,7039" (13,60602885)
Latitudine UTM WGS-84 5070919,2
Longitudine UTM WGS-84 391641,3
Quota ingresso 181
Data esecuzione posizione 13-02-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.7x07m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Lanza Giorgio
Gruppo appartenenza FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar
Autore posizione
Gruppo appartenenza FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 61.3
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 3.5
Dislivello negativo 5.7
Dislivello totale 9.2
Quota fondo 175.3
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso No
Prosecuzioni Non visibili prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della grotta si apre sulle pendici a Nord dell'abitato di Duino, in una zona disseminata da opere militari risalenti alla 1a Guerra Mondiale. Circa 100 m più a Nord si apre il Pozzo a Nord di Duino (3095/5023VG).
Descrizione dei vani interni della cavità L'attuale ingresso è costituito da un malagevole e tortuoso cunicolo situato al fondo di un breve sprofondamento dai fianchi formati da massi inglobati in un deposito terroso di dubbia consistenza. Il passaggio sbocca in un primo vano dal quale si dipartono tre modeste diramazioni dall'aspetto poco attraente a causa della cattiva qualità della roccia di pareti e volte, estremamente accidentate e senza alcuna forma di concrezionamento; dalle innumerevoli fessurazioni penetrano quasi ovunque le radici della vegetazione esterna.
Una serie di gradini costruiti in pietrame agevola una ripida risalita che porta in una caverna disadorna ed ingombra di sassi, nella quale un franamento ha occluso l'accesso scavato dagli austro–ungarici durante la 1a Guerra Mondiale; gli scarsi spazi interni ed il pericolo di crolli hanno dissuaso i militari ad effettuare altri lavori di adattamento. Nella parte più profonda vi è un'ipotetica possibilità di proseguimento, peraltro in un repulsivo contesto ambientale; mentre nel 2002 è stato scoperto dal G.S. Flondar un lungo cunicolo di ardua percorribilità, all'estremità del quale un provvidenziale allargamento consente di girarsi per tornare indietro.

Rilievo Completo - 1:200 - Effettuato in data: 10-06-2002
Foto
Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino