Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 3002 - Grotta 2° di Trusgne

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 2° di Trusgne
Nome principale sloveno
Numero catasto 3002
Numero catasto storico 1492FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Grimacco
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067043 - Clodig
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5113499,0
Longitudine Gauss-Boaga 2412242,0
Latitudine WGS-84 46° 9' 58,7974" (46,1663326)
Longitudine WGS-84 13° 36' 14,7614" (13,60410039)
Latitudine UTM WGS-84 5113475,5
Longitudine UTM WGS-84 392237,0
Quota ingresso 515
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8.6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 1.7
Dislivello totale 1.7
Quota fondo 513.3
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Tale cavità s'apre sul versante W del Monte Planino, tra la frazione di Trusgne e quella di Seuza (Grimacco).
Si prende la strada asfaltata che da Clodig sale verso Drenchia (strada turistica). Superato un cartello, sulla destra, che indica Severinaz, si continua lungo la strada, che comincia a salire, fino ad una curva a gomito; un centinaio di metri più avanti, sulla destra, seminascosta dall'erba, si trova una pietra militare con il numero "III". Dalla parte opposta, risalendo una quarantina di metri un pendio molto ripido e ricoperto di vegetazione, si giunge ad una bancata di calcare. Sotto questa, fra rovi ed arbusti si trova l'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco della grotta ha una forma quasi rettangolare (50 X 55cm) e immette in una cavità che ha una leggera ma costante pendenza negativa. Le sezioni, molto strette, sono dapprima rettangolari, poi allungate verso l'alto. Nella parte finale s'incontra un vano più largo il cui fondo è ricoperto da materiale clastico. Sulla parete rivolta a NE si notano depositi litogenetici quali croste di concrezione ormai in via di disfacimento.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 12-12-1976