Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2870 - Grotta ad E delle Fornaci di Aurisina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta ad E delle Fornaci di Aurisina
Nome principale sloveno
Numero catasto 2870
Numero catasto storico 4945VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5067605,0
Longitudine Gauss-Boaga 2418918,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 15,8556" (45,75440432)
Longitudine WGS-84 13° 42' 0,8505" (13,70023626)
Latitudine UTM WGS-84 5067582,2
Longitudine UTM WGS-84 398912,2
Quota ingresso 234
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7.8
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 21
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12
Dislivello totale 12
Quota fondo 222
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre a 350m in direzione ESE dall'ex calcificio d'Aurisina (non più funzionante) e più precisamente sul margine NE della profonda dolina che interessa quasi tutto il versante N della collina nella quale si apre la ben nota Grotta della Fornace (731\3913VG). L'ingresso, di non facile individuazione vista la presenza di numerosissime tracce di sentiero, si trova in una località molto cespugliosa, con brevi e poche radure, solcata longitudinalmente da potenti bancate calcaree.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta, formata da due gallerie molto concrezionate, è impostata su fratture con andamento E-W e NW-SE e vi si accede per uno stretto pozzo aperto artificialmente.
Nella cavernetta sita alla massima profondità si apre un pozzetto, impraticabile per le ridotte dimensioni dell'imbocco, che è stato sondato per circa 6-7m. Poco prima della cavernetta, risalendo qualche metro la parete volta ad E, si raggiunge il vertice di un ponte naturale oltre il quale vi è un salto di 4m che comunica con la cavernetta sopra citata. Proseguendo dritti invece si possono percorrere ancora circa 7m; il fondo di questo tratto è costituito da uno strato d'argille molto umide con pozze d'acqua stagnante alimentata da uno stillicidio continuo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 29-01-1977