Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2818 - Pozzo di Scubina

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo di Scubina
Nome principale sloveno
Numero catasto 2818
Numero catasto storico 1380FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067033 - Savogna
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5114324,0
Longitudine Gauss-Boaga 2405170,0
Latitudine WGS-84 46° 10' 21,3635" (46,17260096)
Longitudine WGS-84 13° 30' 44,3726" (13,51232572)
Latitudine UTM WGS-84 5114300,6
Longitudine UTM WGS-84 385165,2
Quota ingresso 650
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 7.3
Dislivello totale 7.3
Quota fondo 642.7
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Tale cavità è situata sopra la frazione di Scubin, in una zona ricca di sottobosco e castagni. L'ingresso, ampio e ben visibile, si trova seguendo il tracciato dell'acquedotto per circa 150m e poi, brevemente, piegando a destra.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre tra strati di roccia marnoso arenacea che hanno una potenza media di 40cm e la brecciola calcarea che invece ha una potenza tra 1,50 e 3m. Sul fondo, sono ben visibili alcune pieghe accentuate.
La cavità è interessata da un notevole accumulo di materiale proveniente dall'esterno (terriccio, pietrame, rami) che forma un ripido declivio e, nella parte finale, di materiale clastico. Qui si notano, sulla parete, alcuni depositi litogenetici ormai in fase di disfacimento.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-10-1975