Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2812 - Pozzo a SE di Montefosca

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo a SE di Montefosca
Nome principale sloveno
Numero catasto 2812
Numero catasto storico 1374FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Pulfero
Tipo carta 1:25.000
Carta CTRN 1:5.000 067024 - Montefosca
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5116715,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400354,0
Latitudine WGS-84 46° 11' 35,8214" (46,19328373)
Longitudine WGS-84 13° 26' 57,6758" (13,44935438)
Latitudine UTM WGS-84 5116691,6
Longitudine UTM WGS-84 380349,3
Quota ingresso 680
Data esecuzione posizione 01-01-1997
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 19
Autore posizione Non specificato
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 84
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 31
Dislivello totale 31
Quota fondo 649
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dalla strada che da Specogna porta a Calla, si prende, sulla destra, la deviazione (strada bianca) che porta alle poche case di Goregnavas; da qui, si prosegue sino a quando la strada fa un'ampia curva e comincia a scendere verso la vallecola sottostante. Una cinquantina di metri dopo la curva si abbandona la strada e ci si addentra, sulla destra, nella boscaglia sottostante.
La cavità è situata a circa metà del ripido pendio boscoso, vicino ad una fila d'abeti molto alti.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è impostata su di una serie di fratture orientate WNW-ESE e NNE-SSW, aprentesi nei calcari grigio chiari.
Il pozzo d'accesso, dall'ingresso molto ampio (12 X 6m), termina su di un imponente cumulo di materiale clastico, costituito da blocchi di roccia calcarea anche di notevoli proporzioni. Tale materiale dà origine ad una ripida china della lunghezza di 22m. Sulla parete W, ad alcuni metri dal fondo del pozzo d'accesso, si nota un'accentuata frattura ed un vano, non raggiunto, dal quale scende un debole rivolo d'acqua. La parete sottostante il vano risulta liscia e leggermente concava, segno dell'intensa azione erosiva dell'acqua. Alla base della parete, una fessura bassa e larga, immette in una breve galleria ad andamento meandriforme (probabilmente un'antica condotta d'acqua). Nella parte finale di questa galleria la morfologia primaria è stata alterata da crolli e dalla presenza di depositi alluvionali (argille) che ne occupano, in pratica, l'intera sezione tanto da impedire ben presto ogni prosecuzione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 09-11-1975