Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 279 - Mala Pec

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Mala Pec
Nome principale sloveno
Numero catasto 279
Numero catasto storico 14FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Savogna
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067032 - Grimacco
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5113748,5
Longitudine Gauss-Boaga 2408299,9
Latitudine WGS-84 46° 10' 4,5939" (46,16794274)
Longitudine WGS-84 13° 33' 10,7823" (13,55299509)
Latitudine UTM WGS-84 5113725,0
Longitudine UTM WGS-84 388295,0
Quota ingresso 355
Data esecuzione posizione 16-06-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 4m x 5m
Tipo ingresso Caverna
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Balutto Alceo
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 25
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo
Dislivello totale
Quota fondo 355
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Partendo dal Ponte Rante, tra Blasin di Savogna e Cepletischis (secondo ponte della carrozzabile della Val Rieca), si sale per un sentiero mal segnato che inizia immediatamente a monte del ponte, verso Cepletischis. Il sentiero sale attraverso un bosco, fin sopra la confluenza del primo affluente di sinistra con il rio che passa sotto il Ponte Rante, un centinaio di metri circa a monte del ponte del ponte stesso. Si deve guadare l'affluente sopra citato e salire quindi il costone fin sotto la roccia (calcari brecciati eocenici) ove si apre la bocca della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta, è divisa in tre rami, che hanno andamento parallelo e seguono l'inclinazione degli strati della roccia. La sua bocca è alta 4m e larga 5m e porta nel ramo principale, che è lungo 15,80m e segue la direzione NW. I due rami minori sono molto stretti e sono stati percorsi soltanto per qualche metro. Ad essi si accede da una piccola stanza che si incontra a destra, dopo pochi metri dall'ingresso.
Rilievo Pianta - 1:200 - Effettuato in data: 20-01-1958
Foto
Data dello scatto: 16-06-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Balutto Alceo

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Data dello scatto: 16-06-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Balutto Alceo

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone