Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2723 - Pozzo del Rovo

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo del Rovo
Nome principale sloveno
Numero catasto 2723
Numero catasto storico 4921VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5060457,9
Longitudine Gauss-Boaga 2428659,5
Latitudine WGS-84 45° 41' 29,2" (45,69144444)
Longitudine WGS-84 13° 49' 36,5" (13,82680556)
Latitudine UTM WGS-84 5060435,1
Longitudine UTM WGS-84 408653,4
Quota ingresso 320
Data esecuzione posizione 08-05-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,8m x 0,5m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3.3
Autore posizione Slama Piero
Gruppo appartenenza SAS - Società Adriatica di Speleologia
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 20
Dislivello totale 20
Quota fondo 300
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova al limite di una profonda dolina a 80m circa dalla linea ferroviaria Opicina Campagna che portava in Yugoslavia. L'ingresso è parzialmente nascosto da un grosso rovo.
Descrizione dei vani interni della cavità La base del pozzo d'accesso, profondo circa 3m, è composta da grossi massi; in direzione S, tra grosse lame d'erosione e massi si apre il secondo pozzo, ampio e profondo 15m, che a circa metà discesa è diviso da tre grandi ponti naturali. La parete S rivela una lieve ma costante patina di calcite, al contrario della N che è interessata da una complessa erosione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 09-06-1976
Foto
Data dello scatto: 08-05-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Slama Piero

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 08-05-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Slama Piero

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia