Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2721 - Pozzo nel Bosco di Basovizza

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo nel Bosco di Basovizza
Nome principale sloveno
Numero catasto 2721
Numero catasto storico 4919VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110113 - Padriciano
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5056214,0
Longitudine Gauss-Boaga 2432145,0
Latitudine WGS-84 45° 39' 13,3336" (45,65370379)
Longitudine WGS-84 13° 52' 20,3803" (13,87232786)
Latitudine UTM WGS-84 5056191,1
Longitudine UTM WGS-84 412138,7
Quota ingresso 390
Data esecuzione posizione 13-01-1981
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7
Autore posizione Guidi Pino
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Autore posizione Savi Glauco
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 11
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 9
Dislivello totale 9
Quota fondo 381
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre a fianco di un sentiero, 21m S + 10°W dalla 507VG. L'ingresso, abbastanza agevole, è situato ad un paio di metri da un gruppo di querce.
Descrizione dei vani interni della cavità La discesa nel pozzo è resa un po' pericolosa dalla presenza di grossi massi in equilibrio instabile.
A 5m di profondità si giunge su un ripiano di modeste dimensioni dal quale è possibile scendere in due direzioni diverse: ad E, dopo un paio di metri si raggiunge una china di detriti che finisce nella caverna terminale dove, uno stretto passaggio impraticabile, lascia intravedere una cavernetta sormontata da un camino. Il ramo a W si abbassa per qualche metro e termina in una frana.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-01-1981
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso