Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2703 - Pozzo 1° a NW dell'Abisso dei Due Cercatori

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 1° a NW dell'Abisso dei Due Cercatori
Nome principale sloveno
Numero catasto 2703
Numero catasto storico 4901VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5065075,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419742,0
Latitudine WGS-84 45° 43' 54,3305" (45,73175848)
Longitudine WGS-84 13° 42' 40,8657" (13,71135159)
Latitudine UTM WGS-84 5065052,2
Longitudine UTM WGS-84 399736,1
Quota ingresso 204
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 12.5
Dislivello totale 12.5
Quota fondo 191.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre ad una trentina di metri, in direzione NW, dall'Abisso dei Due Cercatori (1038\3895VG), in una zona pianeggiante, abbastanza cespugliosa e tormentata da numerose dolinette.
Descrizione dei vani interni della cavità Sceso il pozzetto d'accesso, profondo meno di 2m, si percorre un corto cunicolo discendente, caratterizzato sulla volta da numerose stalattiti, che porta al pozzo interno, profondo una decina di metri, con pareti intensamente concrezionate, senile, e con numerose nicchie ed anfratti. Il fondo, circolare, è formato da un potente strato d'argille umide quasi pianeggianti, sopra le quali posano i detriti precipitati all'interno durante i lavori di disostruzione. Dal fondo, in direzione Est, si diparte un proseguimento che però si esaurisce dopo qualche metro e va a formare una cavernetta dalla sezione triangolare, con le pareti concrezionate e levigate, e il fondo coperto d'argilla.
Nella parte superiore del pozzo una finestra, impraticabile, porta ad una piccola caverna, sormontata da un camino che probabilmente giunge quasi in superficie.

NOTA SULLA POSIZIONE DEL 18/08/2006:
la grotta non si trova su queste coordinate. Bosco Natale Bone afferma che la posizione è sbagliata di 180°
Rilievo Completo - Effettuato in data: 28-02-1976