Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2701 - Grotta a S dell'Abisso dei Due Cercatori

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a S dell'Abisso dei Due Cercatori
Nome principale sloveno
Numero catasto 2701
Numero catasto storico 4899VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5065077,5
Longitudine Gauss-Boaga 2419661,3
Latitudine WGS-84 45° 43' 54,3694" (45,73176929)
Longitudine WGS-84 13° 42' 37,1309" (13,71031415)
Latitudine UTM WGS-84 5065054,7
Longitudine UTM WGS-84 399655,4
Quota ingresso 203
Data esecuzione posizione 17-08-2006
Affidabilità posizione 5° gruppo riposizionamento regionale GPS (2006)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1.5
Autore posizione Grillo Barbara
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 11.5
Dislivello totale 11.5
Quota fondo 191.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso di questa cavità si apre sul lato W di una dolina, larga una ventina di metri, profonda circa 10m e situata ad un centinaio di metri a Sud dell'Abisso dei due Cercatori (1038\3895VG).
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso ha una forma triangolare, con le pareti regolarmente divergenti, abbondantemente concrezionate con stalattiti e colate. Il fondo, quasi piano, è costituito prima da un bancone calcitico e quindi da detriti poggiati sopra un manto d'argille abbastanza umide. Il vertice della diaclasi, volto a N, si chiude con un angolo acuto, quello volto a S è interessato da una frana completamente concrezionata; superata questa, attraverso un passaggio di modeste dimensioni, si giunge in un vano non molto ampio, sormontato da un camino e interessato per due terzi da una grossa frana cementata con depositi di calcite. In mezzo a questa, uno stretto passaggio permette di accedere ad un pozzetto profondo un paio di metri che porta alla massima profondità della grotta.

NOTA SULLA POSIZIONE:
la trasposizione della latitudine sulla CTR 1:5000 non concorda con la posizione IGM 1:25000 perchè quest'ultima è probabilmente sbagliata, non cadendo in prossimità dell'Abisso dei Due Cercatori (1038/3895VG).
La verificata effettuata da Mikolic con il GPS il 19 maggio 2004 dimostra che la posizione era effettivamente sbagliata di oltre 1,5 Km in latitudine Sud e riporta la cavita' in prossimita' dell'Abisso dei Due Cercatori (1038/3895VG).
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-12-1975