Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 270 - Grotta presso Braulins

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Braulins
Nome principale sloveno
Numero catasto 270
Numero catasto storico 111FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Udine
Comune Trasaghis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049104 - Braulins
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5127984,0
Longitudine Gauss-Boaga 2372890,6
Latitudine WGS-84 46° 17' 21,372" (46,28927)
Longitudine WGS-84 13° 5' 24,396" (13,09011)
Latitudine UTM WGS-84 5127960,9
Longitudine UTM WGS-84 352886,5
Quota ingresso 362
Data esecuzione posizione 12-11-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 10 m
Tipo ingresso Caverna
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Tommasoni Lorenzo
Gruppo appartenenza Regione FVG Servizio Paesaggio - Regione FVG Servizio Paesaggio
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 15
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo
Dislivello totale
Quota fondo 362
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si trova quasi sulla sommità della grande parete che sovrasta il paese di Braulins; tale parete forma un contrafforte ai piedi del Monte Brancot. Per raggiungerla conviene prendere il sentiero che conduce alla chiesetta di San Michele dei Pagani, presso il grande vallo para-massi recentemente costruito; dopo un centinaio di metri il sentiero si biforca: verso destra si va alla chiesetta, proseguendo diritti si percorre un sentiero, in qualche tratto erto e malagevole, per circa 300-400m, fino a giungere ad una rientranza della parete che forma un'erta valletta.
Vegetazione permettendo, la cavità è visibile sulla sinistra del sentiero, una trentina di metri in alto, poco prima che questo sbuchi su di un pianoro; in questo tratto il sentiero è scavato a scalini nella roccia.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso è alto una ventina di metri e largo circa 10m e di seguito, essendo il suolo della grotta in salita, la volta si abbassa fino ad una decina di metri, per degradare ulteriormente verso l'interno; anche la larghezza della cavità si riduce progressivamente. L'inclinazione del suolo, dapprima leggera, aumenta fino ad uno scalino alto più di un metro, formato da un enorme masso staccatosi dalla volta, oltre il quale c'è ancora una bassa saletta che costituisce la parte terminale della grotta. La grotta è caratterizzata dal fatto di essere totalmente concrezionata: abbondanti colate, in gran parte senili, robuste colonne e stalattiti la rendono veramente interessante.
Nella cavità, formata nel conglomerato fluvio-glaciale quaternario, la stratificazione è sempre presente (90° N, imm.N, incl.10°-20°) con banchi potenti sull'ordine del metro e anche più. Il conglomerato è interessato da numerose fratture con direzione NW-SE e NNW-SSE.
In alcuni punti sul fondo si notano tracce di scavo e ciò, unitamente al fatto che una volta era conosciuta col nome di "Grotta dell'Uomo Primitivo", fa supporre che in passato vi siano stati rinvenuti reperti preistorici.
Secondo una leggenda che si narra a Braulins, nella grotta era stata portata una ragazza, forse rapita, che si chiamava Pasqua, dalla quale deriva il nome della grotta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-07-1979
Foto
Data dello scatto: 06-06-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Gobessi Stefano

Gruppo di appartenenza: FJ - Associazione Speleologica Forum Julii Speleo

Data dello scatto: 06-06-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Gobessi Stefano

Gruppo di appartenenza: FJ - Associazione Speleologica Forum Julii Speleo