Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2610 - Pozzo 10° a SW del Monte Spric

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 10° a SW del Monte Spric
Nome principale sloveno
Numero catasto 2610
Numero catasto storico 1271FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137598,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400702,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 52,3831" (46,38121753)
Longitudine WGS-84 13° 26' 54,8552" (13,4485709)
Latitudine UTM WGS-84 5137574,3
Longitudine UTM WGS-84 380697,6
Quota ingresso 1850
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 18
Dislivello totale 18
Quota fondo 1832
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Pozzo non disceso
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si apre sul sentiero che dall'U2 (2378\1088FR) conduce all'Abisso Marino Vianello (2588\1249FR9) con un imbocco non molto largo, 1 X 0,50m, che dà su un pozzo dalla sezione triangolare.
Descrizione dei vani interni della cavità Scesi i primi 9m del pozzo d'accesso si incontra un ripiano di roccia con molti massi incastrati; uno stretto pertugio nell'angolo SSE permette di accedere al pozzo successivo che si apre lungo una frattura con direzione NNW-SSE. La discesa di questo è difficoltosa a causa di numerosi ponti naturali e massi incastrati fra le pareti.
Segue quindi un secondo pozzo, caratterizzato dalla presenza di materiale instabile lungo le pareti che, al tempo dell'esplorazione, non è stato disceso del tutto a causa della mancanza di scale.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 28-09-1975