Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2533 - Grotta a N dell'Acquedotto di Faedis

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a N dell'Acquedotto di Faedis
Nome principale sloveno
Numero catasto 2533
Numero catasto storico 1193FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Faedis
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067011 - Canebola
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5114701,7
Longitudine Gauss-Boaga 2396365,7
Latitudine WGS-84 46° 10' 28,0527" (46,17445907)
Longitudine WGS-84 13° 23' 53,5691" (13,39821365)
Latitudine UTM WGS-84 5114678,4
Longitudine UTM WGS-84 376361,0
Quota ingresso 525
Data esecuzione posizione 05-02-2012
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,4m x 0,6m
Tipo ingresso Fessura
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Chiavoni Andrea
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 28
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 9
Dislivello totale 9
Quota fondo 516
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è facilmente rintracciabile perché si trova sotto una parete rocciosa, al termine del canalone che si diparte dalla presa dell'acquedotto. L'ingresso è situato tra i blocchi di frana.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si addentra, con forte pendenza, tra il flisch alternato con banchi di brecce calcaree dell'Eocene Inferiore. La prima parte di essa, lunga circa 6 m, si apre in una stretta diaclasi ed è quasi interamente ostruita da blocchi di materiale clastico. La direzione di questo breve tratto è Ovest. Da qui ha inizio una brusca deviazione verso Nord e si accentua la pendenza. Il materiale clastico è in parte cementato da croste di concrezione ed argilla; si notano inoltre alcune piccole vaschette ove l'acqua ha eroso le croste sui blocchi che qui formano dei ripiani. Alla fine di questo cunicolo si raggiunge anche la massima profondità del complesso. Abbondano depositi alluvionali, alternati a depositi litogenetici, anche se molto deboli ed in via di disfacimento. Le sezioni, di forma rettangolare, si aprono in giunto di stratificazione.
La galleria piega infine verso Est; in questo punto è ascendente e le sezioni da rettangolari divengono ellittiche, con un'altezza massima di un metro. Ai lati si notano piccole fratture ed un accentuarsi del materiale clastico; una breve galleria a "pressione" conclude la cavità.
NOTA: la galleria a pressione è attivata dall'acqua nei periodi di forti piogge e le acque riempiono la parete più bassa della grotta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 12-05-1974
Foto
Data dello scatto: 05-02-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: D'Andrea Adalberto

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano

Data dello scatto: 05-02-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: D'Andrea Adalberto

Gruppo di appartenenza: CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano