Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2468 - Voragine 2° sul Monte Cimone

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Voragine 2° sul Monte Cimone
Nome principale sloveno
Numero catasto 2468
Numero catasto storico 1126FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 033131 - Jôf di Miez
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5142467,0
Longitudine Gauss-Boaga 2396245,0
Latitudine WGS-84 46° 25' 27,1879" (46,42421885)
Longitudine WGS-84 13° 23' 21,6504" (13,38934734)
Latitudine UTM WGS-84 5142443,2
Longitudine UTM WGS-84 376240,8
Quota ingresso 2255
Data esecuzione posizione 27-06-1993
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 21
Autore posizione Kraus Mauro
Gruppo appartenenza CAT - Club Alpinistico Triestino
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 32
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 56
Dislivello totale 56
Quota fondo 2199
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre poco sotto il sentiero che conduce alla cima del monte Cimone, sulla cresta erbosa pianeggiante che precede l'ultima rampa.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo iniziale si scende dalla parte opposta al sentiero e, dopo una ventina di metri, pendolando, si giunge ad un evidente terrazzo. Il pozzo successivo termina in un ampio deposito nivale e, sceso il ripido scivolo che segue, si giunge ad un saltino di 5 m. Si percorre quindi orizzontalmente una stretta frattura che porta all'ultimo pozzo.
Sulle pareti di tutta la cavità ci sono molti fossili (megalodonti).
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-06-1993