Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2467 - Voragine 1° sul Monte Cimone

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Voragine 1° sul Monte Cimone
Nome principale sloveno
Numero catasto 2467
Numero catasto storico 1125FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 033132 - Saletto
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5141880,0
Longitudine Gauss-Boaga 2396558,0
Latitudine WGS-84 46° 25' 8,3836" (46,41899545)
Longitudine WGS-84 13° 23' 36,867" (13,39357417)
Latitudine UTM WGS-84 5141856,3
Longitudine UTM WGS-84 376553,8
Quota ingresso 1880
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 33
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 41
Dislivello totale 41
Quota fondo 1839
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dai pascoli del Montasio si segue il sentiero che in mezza costa porta a Saletto; dopo circa un'ora si lascia il sentiero e si sale verso Sella de la Vienne. La salita risulta difficoltosa poiché il pendio è molto ripido e non esiste un sentiero. Arrivati a quota 1900 si giunge in un'ampia valle a conca, semi pianeggiante; la cavità si apre subito dopo il ciglio della salita che giunge a questa conca e si trova a due metri circa, da un'altra cavità, con un'apertura più grande. Questa, all'epoca dell'esplorazione, era ostruita da neve.
Descrizione dei vani interni della cavità Alla base del pozzo d'accesso di 33 m si trovano tre spaccature orizzontali che procedono in direzioni differenti. L'unica praticabile, seppure da un individuo molto magro, porta ad un pozzo di 8m sul fondo del quale, il ghiaccio, ha impedito il proseguimento dell'esplorazione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 14-06-1974