Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 2452 - Pozzo Scrila

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo Scrila
Nome principale sloveno
Numero catasto 2452
Numero catasto storico 1110FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Savogna
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050153 - Monte Mataiur
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5118269,5
Longitudine Gauss-Boaga 2407423,8
Latitudine WGS-84 46° 12' 30,5084" (46,20847456)
Longitudine WGS-84 13° 32' 26,0697" (13,54057493)
Latitudine UTM WGS-84 5118246,0
Longitudine UTM WGS-84 387419,0
Quota ingresso 1330
Data esecuzione posizione 14-12-2013
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1 x 2.5 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 3
Autore posizione Bosco Fabrizio
Gruppo appartenenza GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 26
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 19
Dislivello totale 19
Quota fondo 1311
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Tale cavità si apre sopra Rug Scrila, a circa 370 m W + 25°S dalla Sorgente, poco distante dal pozzo 5° (2451\1109FR).
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre con una fessura e prosegue con un ripido declivio formato da abbondante materiale clastico che porta ad un pozzo di circa 8 m. Questo ha una forma circolare e sul fondo si trova materiale clastico cementato da argilla. Scendendo, sulla parete destra, si scorge un'apertura suborizzontale, allargata dagli speleologi del gruppo, che dà accesso ad una frattura diaclasica quasi parallela all'andamento generale della cavità. Numeroso materiale ha quasi ostruito tale frattura; le pareti sono tra loro distanti dai 60 ai 40 cm. In direzione W è possibile scendere ancora qualche metro, dove si raggiunge la massima profondità.
Lo stillicidio è quasi del tutto assente; sulla parete E del pozzo si notano segni di percolamento meteorico e residui di calcite.
Si sono registrate le seguenti temperature:
imbocco - 5,2°C (ore 13) esterno 11°C
fondo - 4,2°C
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-11-1973
Foto
Data dello scatto: 14-12-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Balutto Alceo

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone

Data dello scatto: 14-12-2013

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Balutto Alceo

Gruppo di appartenenza: GS VALLI - Gruppo Speleologico Valli del Natisone