Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 243 - Voragine Cocevaro

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Voragine Cocevaro
Nome principale sloveno
Numero catasto 243
Numero catasto storico 24FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune San Pietro al Natisone
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 067033 - Savogna
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5111987,0
Longitudine Gauss-Boaga 2405179,0
Latitudine WGS-84 46° 9' 5,6762" (46,15157672)
Longitudine WGS-84 13° 30' 46,8304" (13,51300845)
Latitudine UTM WGS-84 5111963,6
Longitudine UTM WGS-84 385174,1
Quota ingresso 315
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 8
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 8
Dislivello totale 8
Quota fondo 307
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si trova nei pressi delle Casere Cocevaro, nella valle del Torrente Alverone. Per raggiungerla bisogna partire dal paese di Cocevaro e prendere la strada che sale a Vernassino. Percorsi circa 400m si deve seguire il sentiero che si trova sulla sinistra di uno stavolo in muratura e dopo circa 50m da questo si apre la cavità, circondata da querce.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo è interrotto da alcuni brevi ripiani e le sue pareti sono concrezionate. Sul fondo, sparse fra le pietre del cono detritico, sono state trovate numerose ossa. Durante l'esplorazione è stata osservata la presenza di un Chirottero ed una salamandra.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-10-1959